23/11/19 h.15:00 – TAVOLA ROTONDA: PASSIONE E PROFESSIONE IL RUOLO DEI CIRCOLI FOTOGRAFICI

Il Circolo Fotografico Milanese ha il piacere di presentare la prima iniziativa pensata per festeggiare i suoi primi 90 anni: una tavola rotonda sul tema “Passione e Professione. Il ruolo dei circoli fotografici”, sabato 23 novembre presso lo Spazio Aperto San Fedele.

Nato nell’aprile del 1930 il CFM ha continuato la sua attività al servizio della fotografia fino a rappresentare un punto fermo della cultura fotografica, non solo milanese.

Il suo albo Soci annovera alcuni dei nomi più prestigiosi del pantheon fotografico italiano, da alcuni soci fondatori come Bruno Stefani, Giuseppe Cavalli e Alfredo Ornano a Pietro Donzelli, molto attivo nel dopoguerra, da Paolo Monti a Emilio De Biasi e Gianni Berengo Gardin, da Cesare Colombo a Toni Nicolini. Tra i non professionisti sono ancora da citare Ernesto Fantozzi e Valentino Bassanini, fondatori del Gruppo ’66, Emilio Secondi e Sergio Magni, apprezzatissimo divulgatore e docente di fotografia.

Per festeggiare questo importante anniversario, il Consiglio Direttivo del CFM ha ideato un percorso su tre pilastri: il passato, il presente e il futuro.

Se senza memoria del passato non si può costruire un futuro e se, come dice Roland Barthes, “la fotografia rende presente un evento passato” i tre pilastri sono necessari per illustrare l’attività del CFM di documentazione, formazione ed espressione artistica rivolta alla diffusione della cultura fotografica.

Del resto, memoria, identità, futuro sono i temi su cui si incentra il progetto di valorizzazione del patrimonio fotografico nazionale, avviato nel gennaio 2017 dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Passione e professione è un binomio molto intrigante nel settore della fotografia. Spesso i professionisti si formano nei circoli o club fotografici dove hanno modo di esprimere il loro talento prima di fare il salto nel mondo professionale. D’altra parte gli appassionati seguono i professionisti, frequentano i loro workshop, comprano libri e pubblicazioni, visitano le loro mostre. Gli appassionati hanno il vantaggio di poter scegliere liberamente i propri soggetti e il proprio percorso fotografico, ma anche i professionisti scelgono talvolta un progetto totalmente svincolato da una committenza professionale proprio per assecondare la passione e il piacere di documentare.

I circoli fotografici non sono più i luoghi dove si parla solo di tecnica e di attrezzature. Gli aneddoti dei fotografi più anziani raccontano di come una volta si esaminavano le stampe in controluce per vedere eventuali imperfezioni della tecnica di stampa! Oggi si parla di contenuti, di linguaggio, si impara a leggere le fotografie, singole o in portfolio, si elaborano progetti comuni da sviluppare.

La formazione dei nuovi fotografi e la diffusione della cultura fotografica sono tra gli scopi principali di un circolo fotografico. Soprattutto si tengono corsi di tutti i livelli, da quelli base a quelli avanzati, dalla post produzione semplice all’elaborazione complessa delle fotografie, dall’uso dello smartphone all’audiovisivo fotografico.

Lo sguardo è quindi rivolto al futuro, ma con il dovuto rispetto della memoria.

Solo così possiamo affrontare i rapidi mutamenti delle tecnologie digitali e i continui e profondi cambiamenti nel mondo delle immagini, della loro visualizzazione, della loro fruizione e del loro rapporto con l’osservatore e spettatore.

L’evento che qui viene presentato è il “futuro”, mentre il passato e il presente saranno oggetto di due mostre che saranno presentate nel 2020.

Il coordinatore della tavola rotonda, Roberto Mutti, e i relatori sono stati scelti in modo da rappresentare sia il mondo dei fotografi a livello professionale e amatoriale sia il settore dei critici e quello dei circoli fotografici. Non mancherà il tempo per la discussione pubblica

 

RELATORI:

 

Roberto Mutti             giornalista, storico e critico della fotografia

Coordinatore e Moderatore

Claudio Pastrone       Presidente d’onore FIAF e direttore del Centro Italiano Fotografia d’Autore

Laura Manione           storica e curatrice di fotografia

Luigi Erba                   artista fotografo e storico della fotografia

Manfredo Manfroi       BFI, SemFIAF – storico della fotografia e  Presidente Onorario dello storico Circolo

Fotografico “La Gondola”di Venezia

Carlo Cirmi                 Presidente del CFM

 

PROGRAMMA

15:00 Apertura e registrazione partecipanti

15:30 Benvenuto da parte del Presidente Carlo Cirmi

15:45 Presentazione del tema dell’incontro da parte di Roberto Mutti

16:00 Il punto di vista dei partecipanti alla tavola rotonda sul tema dell’incontro

17:15 Interazione coordinata tra il pubblico ed i partecipanti

18:15 Considerazioni finali a cura del coordinatore

18:30 Chiusura lavori ed aperitivo

 

Come arrivare:

 

M1/M3 Duomo – Tram 2, 3, 12, 14, 16, 27 – Bus 54, 73

 

per prenotare un posto:

https://www.facebook.com/events/416780318990611/

error: Content is protected !!