Circolo Fotografico Milanese

Fondato nel 1930

BFI Benemerito della Fotografia Italiana
EFI Encomiabile della Fotografia Italiana

Affiliato alla Federazione Italiana Associazioni Fotografiche  FIAF

Ci teniamo ad avvisare che a partire da oggi, 7 ottobre 2015, si sono chiuse le iscrizioni ai seguenti corsi:

  • corso base 1 e 2
  • corso di storia del fotoreportage

 

Rimangono invece alcuni posti disponibili per il corso di post produzione e per quello sugli audiovisivi.

Il consiglio direttivo

 

 

Sergio Magni si è spento a seguito di una malattia che in breve tempo lo ha portato via.
In queste ore abbiamo ricevuto condoglianze e già molto di lui si è scritto e letto sul web.
Noi ci siamo presi il tempo per pensare cosa potesse aver senso dire di lui in questo momento: solo poche righe.
Anche se ciò che ha significato Sergio Magni per il Circolo Fotografico Milanese e il ruolo che il circolo ha avuto nella sua vita non si può riassumere in poche parole.
Dovremmo ripercorrere più di quarant’anni di storia associativa, dedicati alla condivisione di pensieri, immagini, esperienze. Perchè per Sergio la fotografia era questo: uno degli strumenti che abbiamo a disposizione per comunicare tra di noi.
Talvolta, con la complicità della fotografia, si incontrano nuovi amici. Così la fotografia diventa una cosa buona” , con queste parole infatti amava incominciare le serate importanti,
Negli anni Sergio ha condiviso l’interesse per questo linguaggio straordinario con centinaia di persone, prodigandosi nel diffonderlo in numerosi ambiti: associazioni fotografiche, eventi dedicati alle letture portfolio, conferenze e, costantemente, nei corsi e nelle riunioni settimanali tenute presso il “suo” circolo.
Ha insegnato molto a tutti, non amava sentirselo dire, ma in fondo era fiero e consapevole di questo. E in molti si sentiranno orfani della sua figura, del suo modo semplice e diretto di esprimersi.
A noi del CFM, che abbiamo avuto il privilegio di averlo sempre presente, disponibile all’ascolto e all’insegnamento, mancherà come guida, come prezioso amico e con enorme difficoltà dobbiamo ora incominciare il nuovo anno sociale senza di lui.

Ognuno di noi ha pensieri legati alla memoria di Sergio Magni che resteranno indelebili nel tempo. Per meglio ricordarlo vorremmo creare un racconto a più voci pubblicando qui, sul sito del CFM, le testimonianze che riceveremo da parte di chi lo ha conosciuto.

Milano, 13 settembre 2015

ATTENZIONE: le iscrizioni al corso  base di fotografia sono chiuse!

 

Sono però ancora aperte le iscrizioni ai nostri corsi di fotoreportage e post-produzione.

Per i dettagli consultare la sezione QUOTE/MODALITA’ di ISCRIZIONE.

Raccoglieremo le iscrizioni sino al raggiungimento del numero massimo di partecipanti (35 per il corso di base e di fotoreportage, 20 per il corso di post-produzione).

Avranno inizio a partire dal 13 ottobre 2014 e si terranno presso la sede CRAL,  Via Bezzecca 24.

Il 6 ottobre organizzeremo la serata di benvenuto ai nuovi iscritti, verranno presentati i docenti ed i corsi: sarà questa la prima occasione ufficiale per incontrarci tutti insieme.

Ricordiamo infatti che iscriversi ad uno dei corsi del Circolo Fotografico Milanese significa prima di tutto entrare a far parte del circolo a tutti gli effetti, diventandone, appunto, socio effettivo. I soci si riuniscono tradizionalmente ogni lunedì sera a partire dalle 21, nel salone principale ed i programmi delle serate verranno pubblicati ogni due mesi, sul nostro sito.

Tutte le informazioni dettagliate  sui contenuti dei tre corsi e sulle modalità di iscrizione sono ampiamente descritti e raccolti nell’apposita sezione di questo sito dedicata ai CORSI:

Sezione Corsi

Qualora poi doveste avere ulteriori dubbi o necessitare di altre particolari informazioni potrete scrivere a:

info@milanofotografia.it

oppure telefonare al 340 0542550.

La serata di lunedì 16 ottobre sarà dedicata alla visione degli audiovisivi premiati dalla giuria del CFM nella tappa di Milano dell’ 11° Circuito Nazionale Audiovisivi.
Sono stati premiati lavori costruiti intorno a un coerente progetto fotografico, organizzato con criteri di sintesi ed efficacia, senza indulgere in estetismi, ridondanze o immagini artefatte, finalizzate a una narrazione autoreferenziale, ma realizzato per comunicare efficacemente un’idea e/o un’emozione. È un po’ la cifra stilistica che contraddistingue la fotografia presso il CFM, nel solco della tradizione dei suoi autori storici, attualizzata nel contesto audiovisivo.
Durante la serata verranno proiettati gli audiovisivi classificatisi nei primi tre posti del concorso relativamente alla tappa del Circolo Fotografico Milanese che sono i seguenti:
Bunker di Matteo Manghi
Idea originale basata su di un soggetto sconosciuto ai più; l’autore realizza un’ottima fotografia, volta alla narrazione che guida lo spettatore all’interno del bunker esplorandone tutti i meandri con viste
d’insieme, particolari e prospettive; colonna sonora e montaggio creano egregiamente l’atmosfera di solitudine, angoscia, desolazione, alienazione, oppressione che il luogo poteva ispirare a chi vi era rinchiuso; lo sviluppo è ispirato a efficace sintesi narrativa che coinvolge pienamente lo spettatore.
An Ordinary Day di Carla Fiorina
Un grande impianto fotografico è reso narrazione da un montaggio frizzante, sostenuto dall’adeguata colonna sonora e dalla cornice video iniziale e finale, che trasmettono ottimismo e vivacità nonostante l’ambiente lasci intuire storie di sofferenza fisica e psicologica.
Braccialetti gialli di Giuliano Mazzanti
L’autore realizza con garbo e imparzialità un ottimo reportage fotogiornalistico, scevro da ogni retorica ma che comunica efficacemente, oltre alla drammaticità della situazione e dei suoi risvolti sociali, anche lo
stato d’animo delle persone del centro di accoglienza.
Le motivazioni della premiazione della Giuria relative alle tre opere sono ben raccontate in questo articolo di Rita Manganello su Artevitae
La serata sarà un ottimo spunto di discussione anche su questa forma d’arte complessa, l’audiovisivo fotografico, che è strettamente correlata alla fotografia.
VI ASPETTIAMO!

Sabato 23 Settembre si è svolta a Milano, presso la Biblioteca VALVASSORI PERONI, una delle più moderne e frequentate della città, la premiazione del Premio Circolo Fotografico Milanese, nel quadro dell’11° Circuito Nazionale Audiovisivi Fotografici organizzato dal DiAF, dipartimento Audiovisivi della FIAF.

Quest’anno è stata la prima volta che il CFM ha  organizzato una tappa del Circuito e l’impegno è stato ripagato dalla presenza alla cerimonia di tutti e tre i premiati, rispettivamente Matteo Manghi di Modena con “Bunker”, Carla Fiorina di Torino con “An ordinary day”, Giuliano Mazzanti di Bologna con “Braccialetti gialli”.

Ogni audiovisivo è stato ampiamente commentato dai giurati presenti, al di là delle motivazioni, con grande soddisfazione degli autori. La giuria del CFM ha premiato audiovisivi costruiti intorno a un coerente progetto fotografico, organizzato con criteri di sintesi ed efficacia, senza indulgere in estetismi, ridondanze o immagini artefatte, finalizzate a una narrazione autoreferenziale, ma sviluppando il progetto per comunicare efficacemente un’idea e/o un’emozione. È un po’ la cifra stilistica che contraddistingue la fotografia presso il CFM, nel solco della tradizione dei suoi autori storici, attualizzata nel contesto audiovisivo.

È stato un bel momento anche di condivisione con gli autori dell’idea alla base degli audiovisivi, delle difficoltà di realizzazione nelle varie fasi, ripresa, scelta delle musiche, montaggio.

Il denominatore comune delle opere premiate può essere sintetizzato come “viaggio intelligente”, un viaggio di indagine visiva in una realtà diversa, con occhi attenti a riportare l’emozione vissuta, non importa se lontano da casa o intorno a casa.

Cari Soci,
il 2 ottobre riprenderemo le serate del Circolo. Quest’anno ci saranno alcune novità che avranno lo scopo di coinvolgervi il più possibile in progetti fotografici e iniziative: vi aspettiamo!

Ecco il programma per il mese di Ottobre:

  • 2 OTTOBRE
    Scambio tra i soci di una foto scattata durante le vacanze, formato 20x30cm max, inserita in una busta. Sul retro della stampa scrivete il vostro nome, la data e il luogo dello scatto, più un eventuale messaggio per chi riceverà la foto.
    Visione e lettura del progetto fotografico realizzato durante le vacanze sei stampe (max 20x30cm), oppure foto su tablet o portatile
  • 9 OTTOBRE
    Eventuale continuazione visione e lettura progetto vacanze
    Novità sulle modalità di partecipazione al Rally
    Progetti vari, in corso e nuovi. In particolare Roberto Rognoni illustrerà l’interessante Progetto Nazionale della FIAF “La Famiglia in Italia”, a cui possono partecipare tutti, e la prima edizione del concorso “Gran Premio Italia per Circoli FIAF 2017”.
  • 16 OTTOBRE
    Concorso Nazionale Audiovisivi. Proiezione dei lavori premiati nella tappa CFM
  • 23 OTTOBRE
    Prima tappa Rally Fotografico 2017/2018 (comunicheremo al più presto il tema)
  • 30 OTTOBRE
    Sarà nostro ospite il Circolo Fotografico Cizanum di Cesano Boscone

Vi aspettiamo il 2 ottobre, buona luce!

Lucia L. Esposto
Presidente CFM

E’ un grande onore comunicarvi che Martedì 19 settembre 2017  si inaugurano tre mostre fotografiche monografiche che indagano la Milano degli anni ’60 e la fotografia di documento. Le fotografie di Ernesto Fantozzi, Valentino Bassanini (fondatori del #gruppo66 ) e del noto fotografo milanese Virgilio Carnisio raccontano e documentano la Milano degli anni 60 e 70.

75 fotografie – 25 per ciascun autore – che si muovono tra le trasformazioni e la vita quotidiana di
Milano, nei reportage di tre autori significativi per Milano e per la fotografia di documento degli
anni ’60.
Fantozzi e Bassanini, soci del Circolo Fotografico Milanese, sono stati tra i fondatori dell’innovativo
“Gruppo 66”, Virgilio Carnisio, socio storico del CFM, è un noto fotografo milanese.
“In queste tre mostre – scrive Federicapaola Capecchi – guardiamo fotografie che hanno
contribuito allo studio e alla comprensione di quel tempo, tra gli anni ’60 e i primi anni ’70, una
stagione della fotografia milanese forse irripetibile, animata anche da una sorta di missione
narrativa. […] conosciamo il senso del fotografare di Ernesto Fantozzi, Virgilio Carnisio e Valentino
Bassanini: essere testimoni onesti e attenti del loro tempo. […] ci muoviamo in una preziosa
mappatura della città di Milano, soprattutto per quanto riguarda i quartieri periferici. Una
testimonianza di inestimabile valore architettonico, urbanistico e storico; un’ancor più preziosa
documentazione della cultura, delle abitudini e trasformazioni contraddittorie nei modi di vivere,
che hanno accompagnato Milano nel passaggio dal boom economico alla contestazione.”
Tre mostre in cui, scrive Lucia Laura Esposto “gli autori ci presentano immagini prive di qualsiasi
estetismo, che documentano la realtà, così come si presentava sotto i loro occhi, documentando la
città e la vita di tutti i giorni, restituendoci un prezioso ricordo di un preciso periodo storico, una
fotografia che sa di nostalgia per chi quel periodo l’ha vissuto e che ha un grande valore storico e
di conoscenza soprattutto per le nuove generazioni.”
Nel percorso delle mostre ogni fotografia documenta manifestazioni pubbliche (la Settimana
Britannica del 1965, i festeggiamenti per il Primo Maggio e le manifestazioni di piazza); i nuovi
luoghi di aggregazione, come La Rinascente del 1967; le varie celebrazioni religiose e civili (la
Processione del Corpus Domini o il Cimento invernale). Vecchi cortili, case di ringhiera, osterie e
antiche botteghe; persone e lavori, alcuni ormai scomparsi. Protagonista il cuore della storia e
della cultura di Milano negli anni ’60.
Parallelamente, e congiunta a queste tre esposizioni la Mostra PhotoMilano Collettiva n° 1, a cura
di Francesco Tadini, in cui 90 fotografi Milanesi ci presentano la loro visione della città.

Le mostre, nate da un’ idea di Francesco Tadini, sono frutto della collaborazione tra il Circolo Fotografico Milanese e la galleria Spazio Tadini – Casa Museo sono a cura di Federicapaola Capecchi di Spazio Tadini e di LuciaLaura Esposto Presidente del Circolo Fotografico Milanese.

INAUGURAZIONE 19 settembre ore 18.30
20 settembre – 15 ottobre 2017
Orari: da mercoledì a sabato dalle 15.30 alle 19; domenica dalle 15 alle 18.30
Ingresso € 5
SPAZIO TADINI CASA MUSEO: Via Niccolò Jommelli 24, 20131 Milano
MM1 Loreto, MM2 Piola; Bus 62-81-55

Sono ufficialmente aperte le iscrizioni ai corsi per l’anno sociale 2017-2018 con alcune novità.

Le iscrizioni ai corsi possono essere effettuate online a partire da oggi usando il modulo scaricabile nella sezione iscrizioni al link

iscrizioni del sito

Di seguito la descrizione dei vari corsi:

Corso Base – Lunedì
Anche per l’anno 2017-2018 il Corso Base si terrà in due sessioni distinte (tra loro identiche) con un
massimo di 20 iscritti per ogni sessione:

• 1° sessione: dal 25 settembre 2017 al 13 novembre 2017
• 2° sessione: dal 20 novembre 2017 al 22 gennaio 2018

Le lezioni del corso base si terranno tutti i Lunedì dalle 18.30 alle 20.30 presso la sede CFM, negli spazi del C.R.A.L. – Comune di Milano Sezioni Culturali : Via Bezzecca, 24 – Milano

Ciascun modulo ha, indicativamente, un costo di 75€ che vanno aggiunti alle iscrizioni al CRAL e CFM –
verifica le varie combinazioni e i vantaggi per un ciclo completo sul modulo di iscrizione da scaricare dal sito
www.circolofotograficomilanese.it oppure chiedi informazioni a organizzazione@milanofotografia.it.

Nel Corso Base analizzeremo la nascita di una fotografia, dalla fase di scatto alla stampa, passando per le
caratteristiche tecniche delle macchine fotografiche e addentrandoci nel mondo del linguaggio fotografico.
Si tratta di un corso teorico pratico in cui alterneremo momenti teorici a sessioni di scatto, senza tralasciare
il confronto, la discussione e la visione di fotografie. In quest’ottica i partecipanti saranno invitati a portare i
propri scatti, la visione dei quali sarà il punto di partenza per approfondimenti e condivisione di idee.
Inoltre alle sessioni in aula verranno affiancate da un’uscita di gruppo volta a mettere in pratica le nozioni
apprese.
Argomenti trattati (non necessariamente in quest’ordine) nelle 8 lezioni previste nel corso+ 3 serate
approfondimento+ 1 uscita
• come si forma una fotografia, linguaggi: scrittura, pittura, fotografia
• idee per fotografare
• la macchina fotografica
• invito al portfolio
• la composizione
• l’esposizione
• il rumore e il sensore
• la prospettiva
• la profondità di campo
• gli obiettivi
• uscita di gruppo
• visione e critica delle foto scattate durante l’uscita di gruppo
Le tre serate di approfondimento (tenute da fotografi esperti nelle tematiche trattate) si terranno nel
salone grande dalle 21.00 alle 23.00 circa, saranno inserite nei programmi bimestrali del Circolo e
riguarderanno:
• Reportage di viaggio
• Street photography;
• Ritratto.
Docente:
Alessandro Arnaboldi

Storytelling – Lunedì
Il corso di storytelling si terrà tutti i Lunedì dalle 18.30 alle 20.30, con inizio il 29 Gennaio 2018 e termine
il 4 giugno 2018, presso la sede CFM, negli spazi del C.R.A.L. – Comune di Milano Sezioni Culturali : Via
Bezzecca, 24 – Milano
Il Corso di Storytelling si terrà in una singola sessione con un massimo di 26 iscritti.
Il modulo si rivolge agli studenti che, completato il corso di base, sono desiderosi di approfondire le
tematiche legate alla comunicazione fotografica attraverso lo strumento del portfolio. Durante il corso
riprenderemo i concetti di portfolio affrontati durante il corso base, approfondendoli fino a dar loro una
dimensione pratica.
Alla classe sarà affidato un progetto fotografico comune e gli studenti verranno stimolati ad affrontare il
tema sia individualmente , sia organizzando gruppi di lavoro. La condivisione e il confronto in aula saranno
alla base delle sessioni in aula.
Argomenti trattati (non necessariamente in quest’ordine):
• l’importanza di leggere e comprendere le immagini fotografiche
• linguaggio fotografico;
• idee per fotografare;
• come progettare un portfolio;
• visione di portfolio;
• progettare un’uscita, ovvero COSA VOGLIAMO COMUNICARE
• preparazione del saggio di fine anno

Le iscrizioni* verranno raccolte SOLO dal docente alla fine delle singole sessioni del corso base.
Per ogni sessione saranno riservati 13 posti.
* è da considerarsi come corso aggiuntivo, quindi a quota d’iscrizione ridotta pari a 30 euro
Docente:
Alessandro Arnaboldi

Corso Post Produzione – Martedì
Il corso di Post Produzione si terrà tutti i martedì dalle 20.00 alle 21.30, con inizio il 3 Ottobre 2017 e
termine il 20 febbraio 2018, presso la sede CFM, negli spazi del C.R.A.L. – Comune di Milano Sezioni
Culturali : Via Bezzecca, 24 – Milano.
Il corso ha un costo di 75€ che vanno aggiunti alle iscrizioni al CRAL e CFM –
verifica le varie combinazioni e i vantaggi per un ciclo completo sul modulo di iscrizione che puoi scaricare
dal sito www.circolofotograficomilanese.it oppure chiedi informazioni a
organizzazione@milanofotografia.it.

Partendo dalla gestione dell’archivio si arriverà a comprendere l’importanza di un completo workflow
fotografico realizzato con strumenti standard di mercato. In particolare, vedremo come utilizzare Adobe
Lightroom per lo sviluppo del negativo digitale e l’ottimizzazione dell’immagine e Adobe Photoshop per
effettuare dei veri e propri fotoritocchi. Sarà anche trattata la conversione in bianco e nero sia con i
software Adobe che con interessanti plug-in come ad esempio Silver Efex Pro.
Inoltre, anche quest’anno al corso di postproduzione come al corso base, si potrà partecipare a serate di
approfondimento, che saranno dedicate ad argomenti particolarmente interessanti e utili per prevenire
problemi di difficile risoluzione in fase di postproduzione:
• scattare in una particolare condizione di luce (luci naturali e artificiali, forti contrasti, uso del flash)
• la fotografia di viaggio: tecnica, suggerimenti, visione di portfolio ad hoc
Docente: Roberto Pietra

Corso Audiovisivo Fotografico – Martedì
Il corso di Audiovisivo Fotografico (AV) si terrà tutti i martedì dalle 20.00 alle 21.30, con inizio il 13 marzo
2018 e termine il 22 maggio 2018, presso la sede CFM, negli spazi del C.R.A.L. – Comune di Milano Sezioni
Culturali : Via Bezzecca, 24 – Milano.
Il corso ha un costo di 75€ che vanno aggiunti alle iscrizioni al CRAL e CFM –
verifica le varie combinazioni e i vantaggi per un ciclo completo sul modulo di iscrizione da scaricare dal sito
www.circolofotograficomilanese.it oppure chiedi informazioni a organizzazione@milanofotografia.it.

L’audiovisivo fotografico è un mezzo creativo e di comunicazione, che esprime un’idea dell’autore o tratta
un particolare soggetto.
Si avvale di immagini montate in sequenza a velocità variabile (regia-montaggio), sincronizzate con una
colonna sonora variamente costituita da musica, suoni, parlato, silenzi; le opere sono finalizzate a
realizzare uno spettacolo multimediale in grado di trasmettere informazioni, di descrivere ambienti, di
trasferire contenuti strettamente estetici, di proporre idee, riflessioni, messaggi o racconti.
Il corso fornirà esempi e basi per costruire un AV trattando i seguenti temi:
• Definizioni – componenti – organizzazione progetto
• Creazione progetto – selezione immagini – scelta colonne sonore – sceneggiatura
• Uso lavagna luminosa – dissolvenza e curve luce – maschere e inserimento video
• Creazione colonna sonora – inserimento parlato – registrazione
• Tuning complessivo e produzione
• Parametrizzazione formati video – regole per la proiezione in pubblico
Docente: Lorenzo De Francesco

Corso Avanzato “Il racconto fotografico” – Mercoledì
Il corso Avanzato “Il racconto fotografico” si terrà tutti i mercoledì dalle 19.00 alle 21.00, con inizio l’8
novembre 2017 e termine il 30 maggio 2018, presso la sede CFM, negli spazi del C.R.A.L. – Comune di
Milano Sezioni Culturali : Via Bezzecca, 24 – Milano.
Il corso ha un costo di 75€ che vanno aggiunti alle iscrizioni al CRAL e CFM –
verifica le varie combinazioni e i vantaggi per un ciclo completo sul modulo di iscrizione da scaricare dal sito
www.circolofotograficomilanese.it oppure chiedi informazioni a organizzazione@milanofotografia.it
È previsto un numero massimo di 20 iscrizioni.

Il corso si pone come obiettivo quello di fornire gli elementi per pensare, svolgere, organizzare e presentare
un’idea, imparando a portare le conoscenze tecniche a favore della visione personale per un racconto
fotografico articolato.
Si rivolge a fotografi in possesso delle competenze di base della tecnica di ripresa che vogliano affrontare il
racconto per immagini sia dal punto di vista tecnico, sia dal punto di vista progettuale, creativo e del
linguaggio. Durante gli incontri approfondiremo le tecniche e il codice per raccontare attraverso le
immagini, capire i requisiti che deve avere una fotografia per documentare un evento o una situazione e
come raccontarli al meglio . Si affronterà la progettazione e la costruzione del racconto, lavorando sulla
selezione e sull’editing delle fotografie.
Sarà presentata una tematica comune da sviluppare analizzando cosa raccontare e come raccontarlo. Sono
previste uscite di gruppo per realizzare il progetto fotografico. Al termine del corso effettueremo la
revisione del lavoro svolto. Ci occuperemo della selezione e del montaggio delle fotografie e, soprattutto,
verranno analizzate e discusse le scelte dei singoli autori.
Docenti: Carlo Cavicchio, Paolo Del Vecchio, Giuseppe Vitale

Una Milano reale e poetica, luoghi famosi ma anche scorci meno noti: persone e stili di vita sono i protagonisti della mostra fotografica “GuardaMI – Milano, i luoghi e la gente dagli anni ’40 ai giorni nostri” allestita dal Circolo Fotografico Milanese al Centro Culturale di Milano, nell’ambito di Milano Photofestival 2017 e Milano PhotoWeek.

109 fotografie in bianconero di 65 autori, soci del CFM, illustrano il carattere forte di una città protagonista di fatto della storia italiana degli ultimi cinquant’anni, dalla ricostruzione del dopoguerra al miracolo economico, dalla deindustrializzazione fino al successo di EXPO 2015.

La città cambia e contemporaneamente cambiano anche le persone e gli stili di vita.

L’interazione tra uomo e spazio, i cambiamenti sociali e il modo di vivere dei milanesi hanno attirato lo sguardo degli autori, che comprendono nomi famosi, alcuni dei quali sono entrati a fare parte della storia della fotografia italiana, accanto a soci più giovani al loro esordio.

Le foto esposte seguono un ordine cronologico, in modo che il visitatore possa seguire di persona l’evoluzione del paesaggio urbano e i cambiamenti dello stile di vita dei cittadini. 

Lambero Morosini, Notturno in via Dante, 2016

Lambero Morosini, Notturno in via Dante, 2016

Roberto Rognoni, il Cardinal Martini alla manifestazione "Andemm al domm" anno 2002

Roberto Rognoni, il Cardinal Martini alla manifestazione “Andemm al domm” anno 2002

Maurizio Consentino, Corso Venezia 2015

Maurizio Consentino, Corso Venezia 2015

Cesare Colombo, Supermercato quartiere Baggio, 1967

Cesare Colombo, Supermercato quartiere Baggio, 1967

Ernesto Fantozzi, Tram 38 anno 1964

Ernesto Fantozzi, Tram 38 anno 1964

Virgilio Carnisio, La grande nevicata dell’85, anno 1985

Un gradito ritorno quello di Fulvio che ci parlerà dell’esperienza REST, progetto editoriale avviato nel 2015. 

REST è una rivista cartacea di fotografie senza parole perché… “se un’immagine non funziona, centinaia, migliaia o milioni di parole non potranno salvarla”.

Fulvio usa la fotocamera come dispositivo di osservazione, le sue fotografie sono esposte in Italia e all’estero. 

È docente all’Istituto Europeo di Design di Torino. 

Nel 2013 fonda su Facebook il gruppo di studio We Do the Rest e nel 2014 cura il progetto editoriale ed espositivo Questo Paese.

Scrive recensioni e articoli di cultura fotografica in vari siti e blog e, dal 2016, anche per la testata giornalistica Gazzetta di Torino, inoltre svolge attività di formazione e consulenza nel contesto delle arti visive.  

Per saperne di più, visitate il suo interessantissimo blog: http://borful.blogspot.it/

Una serata da non perdere quella di lunedì 8 maggio al Circolo Fotografico Milanese. Ernesto Fantozzi, riconosciuto Maestro della fotografia italiana, ci presenterà una selezione delle sue immagini, curata da Carlo Cavicchio, che ripercorrerà un arco temporale di 60 anni di fotografia. L’approccio documentaristico, che Ernesto ha  scelto come sua indiscutibile filosofia, fa si che queste immagini siano anche e soprattutto un racconto e una testimonianza delle trasformazioni del panorama urbano e del tessuto sociale dagli anni 50 ad oggi.

Vi aspettiamo numerosi.

 

Ingresso Libero

Lunedì 8 maggio ore 21

Via Bezzecca 24, Milano