Giberti Domenico

Classe 1963, milanese.

Gli studi grafici hanno creato terreno fertile per la passione fotografica che arrivò intorno ai 18 anni, grandi le soddisfazioni nell’esperienze di camera oscura con ingranditori e “ILFORD paper…”

Ho sempre lavorato nel settore grafico-editoriale vivendo le varie trasformazioni tecnologiche.

Ho iniziato ad utilizzare Mac e Photoshop dalle loro prime versioni per poi perdermi nel tempo…

Penso che la fotografia sia “veramente democratica”, ognuno fotografa ciò che gli piace, come crede, senza dover per forza rispettare schemi, regole, canoni o dettami.

Difficile trovare un filo conduttore evidente nelle mie immagini e forse anche latente… Mi attraggono soggetti differenti, le forme, sia umane che architettoniche. Talvolta nel quotidiano trovo contrasti compositivi che se non fermati in un istante scomparirebbero per sempre. Mi interessano molto anche gli spunti metropolitani, come del resto la ricerca di situazioni meno visibili o di punti di vista differenti.

Pare esser di Confucio la frase: “Un’immagine vale più di mille parole”, come non esser d’accordo!

Socio del Circolo Fotografico Milanese dal 2016.

https://www.instagram.com/gibox3/

 

 

FOTO SINGOLE

 

 

2020 – Covid19

 

 

2019 – Londra vetro, acciaio e legno

 

 

2018 – Manutenzioni in piazza, Milano

 

 

2017 – Moderne dipendenze

 

 

2020 – Movimenti al porto

 

 

2010 – Musico solitario

 

 

2018 – Parini si destò

 

 

2018 – Pensieri in attesa

 

 

2019 – Piccola e sola

 

 

2018 – Tetti dal tetto della galleria, Milano

 

 

2018 – Tutto cambia

error: Content is protected !!