Circolo Fotografico Milanese

Fondato nel 1930

BFI Benemerito della Fotografia Italiana
EFI Encomiabile della Fotografia Italiana

Affiliato alla Federazione Italiana Associazioni Fotografiche  FIAF

11° Circuito Nazionale Audiovisivi SERATA PROIEZIONE VINCITORI

La serata di lunedì 16 ottobre sarà dedicata alla visione degli audiovisivi premiati dalla giuria del CFM nella tappa di Milano dell’ 11° Circuito Nazionale Audiovisivi.
Sono stati premiati lavori costruiti intorno a un coerente progetto fotografico, organizzato con criteri di sintesi ed efficacia, senza indulgere in estetismi, ridondanze o immagini artefatte, finalizzate a una narrazione autoreferenziale, ma realizzato per comunicare efficacemente un’idea e/o un’emozione. È un po’ la cifra stilistica che contraddistingue la fotografia presso il CFM, nel solco della tradizione dei suoi autori storici, attualizzata nel contesto audiovisivo.
Durante la serata verranno proiettati gli audiovisivi classificatisi nei primi tre posti del concorso relativamente alla tappa del Circolo Fotografico Milanese che sono i seguenti:
Bunker di Matteo Manghi
Idea originale basata su di un soggetto sconosciuto ai più; l’autore realizza un’ottima fotografia, volta alla narrazione che guida lo spettatore all’interno del bunker esplorandone tutti i meandri con viste
d’insieme, particolari e prospettive; colonna sonora e montaggio creano egregiamente l’atmosfera di solitudine, angoscia, desolazione, alienazione, oppressione che il luogo poteva ispirare a chi vi era rinchiuso; lo sviluppo è ispirato a efficace sintesi narrativa che coinvolge pienamente lo spettatore.
An Ordinary Day di Carla Fiorina
Un grande impianto fotografico è reso narrazione da un montaggio frizzante, sostenuto dall’adeguata colonna sonora e dalla cornice video iniziale e finale, che trasmettono ottimismo e vivacità nonostante l’ambiente lasci intuire storie di sofferenza fisica e psicologica.
Braccialetti gialli di Giuliano Mazzanti
L’autore realizza con garbo e imparzialità un ottimo reportage fotogiornalistico, scevro da ogni retorica ma che comunica efficacemente, oltre alla drammaticità della situazione e dei suoi risvolti sociali, anche lo
stato d’animo delle persone del centro di accoglienza.
Le motivazioni della premiazione della Giuria relative alle tre opere sono ben raccontate in questo articolo di Rita Manganello su Artevitae
La serata sarà un ottimo spunto di discussione anche su questa forma d’arte complessa, l’audiovisivo fotografico, che è strettamente correlata alla fotografia.
VI ASPETTIAMO!

L' autore